Bando assegnazione contributi regionali a favore enti gestori parchi e riserve naturali per l'indennizzo danni da fauna selvatica

Bandi online

Domande dal: 07/11/2018 , ore 09:00

Scade il: 23/11/2018 , ore 12:00

Codice: RLM12020012320

Arrecati nel 2015 alle produzioni agricole, ai pascoli e al patrimonio zootecnico, a favore dei proprietari e dei conduttori dei fondi ricadenti in parchi e riserve naturali. Risorse disponibili 200 mila euro, domande dal 7 al 23 novembre 2018.

Ente responsabile

  • Gli enti gestori dei parchi naturali e delle riserve naturali istituiti ai sensi della L. 394/91 in qualità di soggetti competenti per la gestione dei contributi regionali destinati all’indennizzo dei danni da fauna selvatica nei parchi naturali e nelle riserve naturali, ai sensi dell’art. 33 bis, comma 2, l.r. 86/83. I soggetti beneficiari finali sono i proprietari e i conduttori dei fondi ricadenti nei parchi naturali e nelle riserve naturali che esercitano attività di produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all’allegato I del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea.
  • Il bando si pone l’obiettivo di indennizzare i proprietari e i conduttori dei fondi ricadenti nei parchi naturali e nelle riserve naturali, dei danni arrecati nel 2015 dalla fauna selvatica alle produzioni agricole, ai pascoli e al patrimonio zootecnico
  • 200.000,00 euro
  • L’agevolazione finanziaria è a fondo perduto. Le risorse di cui al presente bando sono ripartite tra gli enti gestori dei parchi naturali e delle riserve naturali che dovranno assegnarle ai agli enti gestori di parchi e riserve naturali, secondo i criteri stabiliti nei propri regolamenti e nel rispetto delle disposizioni del regolamento de minimis (regolamento UE) n. 1408/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti de minimis nel settore agricolo e in particolare gli articoli 1 “Campo di applicazione”, 2 “Definizioni”, 3 “Aiuti «de minimis»”, 5 “Cumulo”, 6 “Controllo”).

    Nel caso in cui le risorse disponibili non fossero sufficienti a soddisfare tutte le richieste pervenute si procederà alla ripartizione proporzionale delle stesse tra gli enti e per gli importi ammessi a finanziamento, tenuto conto dei limiti previsti dal regolamento (UE) n. 1408/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013.

    Nel presente atto non sono previste agevolazioni per l’ente intermedio. Per le risorse da assegnare con il presente bando agli enti gestori delle aree protette non sono previste soglie minime o massime. Le risorse saranno erogate in unica soluzione a favore degli enti gestori di parchi e riserve naturali contestualmente all’approvazione del decreto dirigenziale di impegno delle risorse a seguito del ricevimento dell’atto di Accettazione ed entro 35 giorni dalla data di chiusura del ricevimento delle domande.
  • Regime de minimis
  • La domanda di partecipazione al bando redatta secondo il modello Allegato 2 “Domanda di partecipazione”, deve essere presentata dal legale rappresentante o dal Direttore dell’ente gestore del parco o della riserva naturale, esclusivamente per mezzo di posta elettronica certificata al seguente indirizzo: agricoltura@pec.regione.lombardia.it

    a partire dalle ore 9,00 del 7 novembre 2018 ed entro le ore 12,00 del 23 novembre 2018.
  • La procedura da adottare sarà di tipo valutativo.