Bando per l'assegnazione di contributi regionali a favore degli enti parco per interventi di manutenzione straordinaria, recupero e riqualificazione

Bandi online

Domande dal: 15/06/2020 , ore 10:00

Scade il: 29/06/2020 , ore 16:00

Codice: RLM12020010463

Domande dal 15 al 29 giugno 2020. Dotazione finanziaria di 2.863.568,02 euro.

Ente responsabile

  • Gli enti gestori dei parchi regionali, ad eccezione del Bosco delle Querce a favore del quale Regione Lombardia eroga risorse per gli interventi di manutenzione straordinaria con apposita convenzione.
  • Il bando (D.d.u.o. 9 giugno 2020 - n. 6662 - Burl serie ordinaria n. 24 di giovedì 11 giugno 2020) si pone l’obiettivo di contribuire alla tutela dell'ambiente, alla salvaguardia delle risorse naturali disponibili, al mantenimento in efficienza di strutture ed infrastrutture presenti nei parchi regionali e al recupero di aree degradate
  • 2.863.568,02 euro
  • Il contributo in capitale a fondo perduto, ai sensi dell’art. 28- sexies della l.r. 34/78, verrà disposto nella misura massima del 100% per gli interventi di rinaturalizzazione o comunque volti al miglioramento e alla conservazione della biodiversità e per gliinterventi selvicolturali o di sistemazione idraulico-forestale e nella misura massima del 90% per tutti gli altri interventi ammissibili.

    La soglia massima di contribuzione regionale per ciascun parco è definita nelle direttive per l’utilizzazione coordinata delle risorse finanziarie degli enti gestori dei parchi regionali approvate con d.g.r. 4378/2015.

    Tale deliberazione prevede per gli interventi di manutenzione straordinaria la suddivisione dei parchi in tre categorie in relazione alla loro estensione. A ciascuna categoria corrisponde una percentuale del contributo complessivo destinato a finanziare il programma di interventi. Le categorie sono le seguenti:
    Categoria 1 – Importo massimo euro 190.904,54 per parco (totale categoria euro 1.145.427,22 – 40% del contributo complessivo)
    N. 6 Parchi: Valle del Ticino, Orobie BG, Adamello, Parco Agricolo Sud Milano, Orobie VLT, Alto Garda bresciano;
    Categoria 2 – Importo massimo euro 143.178,41 per parco (totale Categoria euro 572.713,64 – 20%)
    N. 4 Parchi: Adda Sud, Mincio, Oglio Sud e Nord;
    Categoria 3 – Importo massimo euro 88.109,78 per parco (totale Categoria euro 1.145.427,14 – 40%)
    N. 13 Parchi: Valle del Lambro, Serio, Adda Nord, Campo dei Fiori, Grigna, Pineta, Colli Bergamo, Groane, Montevecchia, Monte Netto, Spina Verde, Monte Barro, Nord Milano.

    Le risorse saranno impegnate con decreto dirigenziale, entro 60 giorni dalla data di chiusura dell’inserimento delle istanze in Bandi on line, previa acquisizione dell’Atto di Accettazione del contributo sottoscritto dal beneficiario. Le liquidazioni a favore dei beneficiari avverranno secondo le seguenti modalità:
    • 50% contestualmente all’approvazione del decreto dirigenziale di impegno delle risorse;
    • 50%, a saldo, entro 60 giorni dalla presentazione del Certificato di Regolare Esecuzione e della rendicontazione finale delle spese.
  • Intervento che non costituisce aiuto di stato
  • La domanda di partecipazione al presente Bando deve essere presentata dal legale rappresentante o dal Direttore dell’ente parco, esclusivamente per mezzo del Sistema Informativo Integrato “Bandi online” raggiungibile all’indirizzo Internet: www.bandi.servizirl.it, a partire dal dal 15 giugno 2020 alle ore 10,00 ed entro le ore 16,00 del 29 giugno 2020.

    Nell’apposita sezione del Sistema Informativo verrà resa disponibile la modulistica necessaria per la partecipazione al presente bando (domanda, Quadro economico, Crono programma, Atto di accettazione).

    Ai fini della presentazione della domanda, ciascun richiedente deve provvedere alla registrazione e successiva profilazione nel Sistema “Bandi online”.
    La verifica dell’aggiornamento e della correttezza dei dati presenti a profilo all’interno del Sistema Informativo è ad esclusiva cura e responsabilità dei soggetti richiedenti, come anche le eventuali rettifiche per completare, in tempo utile, l’iter di partecipazione al presente Bando.

    Per richiedere il finanziamento ogni ente deve approvare un progetto di fattibilità tecnica ed economica con i contenuti di cui agli articoli da 17 a 23, del d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207.

    Le domande dovranno essere presentate seguendo le indicazioni presenti in Bandi online ultimata la fase di profilazione.

    La domanda non deve essere perfezionata con il pagamento dell’imposta di bollo in quanto esente ai sensi del DPR 642/1972, Tab. B, art. 21 bis.

    Alla domanda di finanziamento dovranno essere allegati solo i seguenti documenti del progetto di fattibilità tecnica ed  economica:
    1. Relazione tecnica e illustrativa con i contenuti di cui agli artt. 18 e 19 del D.P.R. 207/2010. La Relazione dovrà contenere un’apposita sezione in cui si esplicitino le modalità di realizzazione dei lavori e le procedure di affidamento che si intendono seguire. Eventuali fotografie andranno inserite in Relazione e non potranno essere caricate a parte.
    2. Calcolo sommario della spesa dei lavori (opere, forniture e ogni altra voce che concorre a determinare la spesa di investimento), applicando alle quantità caratteristiche degli stessi, i corrispondenti prezzi, come indicato nell’art. 22 del D.P.R. 207/2010
    3. Quadro Economico, secondo il modello allegato 3 al presente decreto, che fornisca gli elementi essenziali per comprendere le voci di spesa, con il dettaglio delle spese diverse da quelle d’investimento (non superiori al 20%) e precisando l’eventuale importo di cofinanziamento;
    4. Cronoprogramma dettagliato (espresso in mesi e settimane) secondo il modello allegato 4 al presente decreto, che definisca i tempi di inizio e fine lavori (è obbligatorio indicare il giorno) a partire dal 10/8/2020;
    5. Elaborati grafici. Non si possono inserire in Bandi online più di due elaborati grafici che dovranno pertanto essere in scala adeguata per consentire di comprendere la localizzazione degli interventi e gli elementi progettuali necessari a capire le caratteristiche dell’intervento.
    6. atto di approvazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica (senza allegati) nel quale si attesti in modo esplicito la copertura con risorse proprie o l’avvenuta assegnazione di contributo da parte di altri enti e/o privati, a copertura della quota eccedente dell’importo progettuale
    non finanziata con risorse regionali.

    Tutti i documenti obbligatori da allegare alla domanda di contributo dovranno essere firmati dal progettista o dal Direttore del parco.

    La fase istruttoria si completerà entro 50 giorni dalla chiusura dell’inserimento delle domande in Bandi online da parte degli enti parco.
    La valutazione di ammissibilità dei progetti presentati verrà espressa considerando:
    • la presentazione nei termini previsti dal bando; la completezza e la correttezza della documentazione di cui ai punti da 1 a 6 del paragrafo C1;
    • la coerenza dei progetti preliminari con i contenuti della deliberazione n. 3195 del 03/6/2020 e del bando e in particolare con gli importi, gli interventi e le spese ammissibili.

  • La procedura da adottare sarà di tipo valutativo
  • Informazioni relative al bando ed agli adempimenti ad esso connessi potranno essere richieste con le seguenti modalità:
    - per iscritto all’indirizzo di posta elettronica: agricoltura@pec.regione.lombardia.it
    - telefonando o inviando una mail ai seguenti indirizzi della U.O. Parchi, aree protette e consorzi di bonifica: - email: agostino_marino@regione.lombardia.it – tel 02 6765 8027

     

    Riferimento BURL

    Serie Ordinaria n. 24 - Giovedì 11 giugno 2020

Allegati