Aperto

Fondo per il sostegno al credito per le imprese cooperative

Bandi online

Domande dal: 15/04/2019 , ore 10:00

Scade il: 31/12/2021 , ore 23:59

Codice: RLO12019006522

Il bando sostiene la creazione e la competitività delle imprese cooperative lombarde, nonché delle cooperative sociali e dei loro consorzi, con particolare attenzione alle iniziative intraprese da lavoratori provenienti da imprese sottoposte a procedure fallimentari ovvero in condizione di “svantaggio lavorativo. Presentazione delle domande a partire dalle ore 10:00 del 15/04/2019 esclusivamente online all'indirizzo https://www.bandi.servizirl.it/procedimenti/bando/RLO1006522

Ente responsabile

Leggi di più
  • Possono partecipare al presente Bando le imprese cooperative (ivi inclusi i Circoli Cooperativi e le Cooperative di comunità), le Cooperative Sociali e i loro consorzi.
    I soggetti sopra elencati devono essere in possesso dei seguenti requisiti al momento della presentazione della Domanda:
    a) essere PMI, come definite all’Allegato I del Regolamento di esenzione;
    b) risultare regolarmente iscritte e attive nel Registro delle imprese;
    c) avere almeno una Sede Operativa attiva in Lombardia, come risultante da visura camerale;
    d) essere iscritte all’Albo delle Società Cooperative;
    e) nel caso di Cooperative Sociali e dei loro consorzi, essere iscritte all"Albo Regionale delle Cooperative Sociali;
    f) non rientrare nel campo di esclusione di cui all’art.1 del Reg. (CE) 1407/2013 (de minimis);
    g) essere in regola con la normativa antimafia e presentare le dichiarazioni necessarie per permettere alla Pubblica Amministrazione di effettuare le verifiche attraverso la banca dati della Prefettura ai sensi del combinato disposto dell"art. 83, comma 1, e dell"art. 67, comma 1, lettera g, del D. Lgs. n. 159/2011 e ss.mm.ii;
    h) non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi situazione equivalente secondo la normativa vigente;
    i) non appartenere alla Categoria  Cooperative di edilizia e abitazione”, prevista dall’Albo delle Società Cooperative, o non avere codice Ateco primario  ricompreso nella sezione L (Attività immobiliari) della classificazione Ateco 2007;
    j) non avere codice Ateco primario  ricompreso nella sezione A (Agricoltura, silvicoltura e pesca) della classificazione Ateco 2007, fatta eccezione per:
    i) i soggetti che, pur avendo codice Ateco primario ricompreso nella sezione A, realizzino il Progetto in una Sede Operativa separata avente esclusivamente un codice Ateco ricompreso nelle sezioni C (Attività manifatturiere) o G (Commercio all"ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli). Tale attività deve essere direttamente collegata all’attività avente codice Ateco A .
    ii) le imprese iscritte all’Albo delle Imprese Agromeccaniche di Regione Lombardia;
    k) risultare in regola rispetto alla verifica della regolarità contributiva.
  • Il presente bando è uno strumento richiesto dalle realtà cooperative lombarde e rappresenta un'importante occasione di rilancio e crescita.

    Le cooperative, quale parte integrante del sistema imprenditoriale lombardo, assicurano e svolgono un compito fondamentale di sviluppo, sia nel processo produttivo che nella gestione dei servizi sociali, tesi alla valorizzazione e alla tutela dei beni comuni. 
    La Regione riconosce l'importanza e l'attualità del servizio svolto dal mondo cooperativo, in particolare come strumento efficace contro il problema della disoccupazione e del disagio sociale in genere.
    Con il presente bando si finanziano le imprese cooperative (ivi inclusi i Circoli Cooperativi e le Cooperative di comunità), le Cooperative Sociali e i loro consorzi, regolarmente iscritte nel registro delle imprese  e nell'albo delle cooperative con almeno una sede operativa attiva in Lombardia.

  • Contributi per lo sviluppo e il sostegno della competitività delle imprese» sulle annualità del bilancio regionale per complessivi € 10ML così ripartiti:

    • € 4.000.000 anno 2019;

    • € 3.000.000 anno 2020;

    • € 3.000.000 anno 2021;

  • L’agevolazione viene concessa nella forma tecnica di un Finanziamento a medio – lungo termine, erogato esclusivamente a valere sulle risorse del Fondo che opera come un fondo di rotazione per le imprese cooperative.
    Il Finanziamento può concorrere sino al 70% della spesa complessiva ammissibile del Progetto, nel rispetto dell’intensità di aiuto del Regolamento de minimis.
    L’importo del Finanziamento richiedibile in Domanda non può superare:
    a) 350.000,00 euro;
    b) 210.000,00 euro per le cooperative costituite da non più di 12 mesi ed i Circoli Cooperativi.


    Il Finanziamento viene erogato da Finlombarda (Soggetto Gestore), dopo sottoscrizione del contratto di Finanziamento, in 2 (due) soluzioni:
    a) prima tranche pari al 50% del Finanziamento a titolo di anticipazione alla sottoscrizione del contratto di Finanziamento;
    b) tranche a saldo a conclusione del Progetto, previa verifica della relazione finale sull’esito del Progetto e della rendicontazione finale;

  • Regime de minimis
  • Modalità: La Domanda dovrà essere presentata, pena la non ammissibilità, dal Soggetto richiedente obbligatoriamente in forma telematica, per mezzo del Sistema Informativo Bandi online disponibile all’indirizzo: https://www.bandi.servizirl.it/procedimenti/bando/RLO1006522

    Tempistiche: La domanda deve essere presentata dalle ore 10:00 del 15 aprile 2019 alle ore 23:59 del 31 dicembre 2021;

    Documentazione da allegare: La Domanda deve essere corredata dagli allegati da caricare elettronicamente sul sistema informativo sotto indicati:
    a) descrizione del Progetto (utilizzando tassativamente il modello disponibile su Bandi on line), corredato per i soli programmi di investimento WBO di: i) documentazione attestante la procedura concorsuale dell’impresa oggetto dell’operazione di WBO; ii) perizia estimativa relativa al ramo di azienda oggetto di acquisizione da parte del richiedente; iii) piano economico-finanziario relativo all’operazione di acquisizione (a tal fine si precisa che per le start up, tenute alla presentazione del budget, di cui alla lett. p) tale piano sarà da comprendere in quest’ultimo)); iv) eventuale copia del contratto preliminare di compravendita redatto per atto pubblico notarile, ovvero contratto medesimo, se già stipulato;
    b) per i soli programmi di investimento WBO:
    i) se attuati nella modalità di cui all’articolo B.2 lett. b) punto i) – almeno il 50% dei soci dipendenti dell’impresa oggetto di acquisizione -: contratti di lavoro oppure buste paga oppure CUD dei soci in oggetto, da cui emerga che siano stati Dipendenti dell’impresa oggetto di acquisizione;
    ii) se attuati nella modalità di cui all’articolo B.2 lett. b) punto ii) – almeno il 50% dei soci in stato di disoccupazione per un totale di almeno 6 mesi: la lettera/e di licenziamento, copia/e della/e dichiarazione/i di immediata disponibilità al lavoro (DID) e la documentazione attestante lo stato di disoccupazione con l'anzianità di disoccupazione rilasciata dal Centro per l'impiego al quale la persona si è rivolta.
    c) modello compilato per il calcolo della dimensione di impresa contenente le informazioni necessarie (effettivi, fatturato e totale attivo di bilancio, imprese collegate ed associate) – (utilizzando tassativamente il modello disponibile su Bandi on line);
    d) modulo di adeguata verifica del cliente ai sensi e per gli effetti di cui al d. lgs. n. 231/2007, accompagnato dalla copia dei documenti di identità in corso di validità e del codice fiscale dei soggetti ivi indicati (apponendo firma digitale o elettronica del legale rappresentante e utilizzando tassativamente il modello disponibile su Bandi on line);
    e) dichiarazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, relativa alla concessione di aiuti “de minimis” all’Impresa unica ai sensi del Regolamento de minimis (apponendo firma digitale o elettronica del legale rappresentante e utilizzando tassativamente il modello disponibile su Bandi on line). A corredo della stessa andrà allegata analoga dichiarazione di eventuali imprese ad essa collegate con firma digitale o elettronica dei rispettivi legali rappresentanti;
    f) modulo antimafia da scaricare dal sito internet della Prefettura di competenza, debitamente compilato, ai sensi di quanto disposto dal d. lgs. 159/2011 in materia di antimafia (apponendo firma digitale o elettronica del legale rappresentante);
    g) nel caso in cui il Soggetto Richiedente voglia avvalersi (qualora risulti necessario a seguito dell’istruttoria di cui all’articolo C.3.c) di una garanzia fidejussoria da parte di una impresa sponsor, ai sensi dell’Allegato 2 comma 3 lett. c) una dichiarazione circa la disponibilità dell’impresa sponsor (apponendo firma digitale o elettronica del legale rappresentante dell’impresa sponsor e utilizzando tassativamente il modello disponibile su Bandi on line) a rilasciare una garanzia fidejussoria nell’interesse del Soggetto Richiedente accompagnata da almeno due bilanci approvati alla data di presentazione della Domanda e dal modulo di adeguata verifica del cliente, firmato digitalmente, ai sensi e per gli effetti di cui al d. lgs. n. 231/2007, accompagnato dalla copia dei documenti di identità in corso di validità e del codice fiscale dei soggetti ivi indicati;
    h) qualora applicabile, dichiarazione che il Soggetto Richiedente non è tenuto all’obbligo del versamento dei contributi di cui al Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)  – (apponendo firma digitale o elettronica del legale rappresentante e utilizzando tassativamente il modello disponibile su Bandi on line);
    i) (eventuale) delega al soggetto esterno da contattare (documentazione obbligatoria nel caso in cui il Soggetto Richiedente abbia indicato nella Domanda un soggetto esterno delegato da contattare) - (apponendo firma digitale o elettronica del legale rappresentante e utilizzando tassativamente il modello disponibile su Bandi on line);
    j) copia della carta d’identità e del codice fiscale del legale rappresentante;
    k) (eventuale) copia della carta d’identità, del codice fiscale e della procura depositata presso i Registro delle Imprese della camera di Commercio competente che sancisca i poteri di firma del firmatario della Domanda.

    Documenti contabili per le Imprese Consolidate, ossia:
    l) per i Soggetti tenuti al deposito del bilancio di esercizio (ad esempio S.r.l., S.p.A., SAPA, SCARL, Società consortili a responsabilità limitata, ecc.): ultimo bilancio approvato alla data di presentazione della Domanda e, qualora l’ultimo bilancio sia stato chiuso ma non approvato, copia della bozza del bilancio chiuso con dicitura “Definitivo” ma non approvato
    m) per i Soggetti in contabilità ordinaria non tenuti al deposito del bilancio di esercizio (ad esempio SNC, SAS, ecc.): ultimi due bilancini contabili chiusi (prospetti contabili economici e patrimoniali chiusi e con dicitura “Definitivo” generati a partire dalle registrazioni effettuate per la tenuta dei registri obbligatori - Libro Giornale, Libro inventari, Registri IVA e Registro dei cespiti) e ultime due dichiarazioni fiscali presentate alla data di presentazione della Domanda
    n) per i Soggetti in contabilità semplificata non tenuti al deposito del bilancio di esercizio (ad esempio SNC, SAS, ecc.): ultimi due prospetti contabili economici e patrimoniali chiusi (ovvero schemi di Conto economico e di Stato patrimoniale chiusi con dicitura “Definitivo” generati a partire dalle registrazioni effettuate per la tenuta dei registri obbligatori - Registri IVA e Registro dei cespiti) e ultime due dichiarazioni fiscali presentate alla data di presentazione della Domanda
    o) per i Soggetti in regime dei minimi o in regime contabile forfettario: ultime due dichiarazioni fiscali presentate alla data di presentazione della Domanda

    Documenti contabili per le Start-up, ossia:
    p) elaborato relativo ad un budget contenente dati relativi alle dinamiche economico patrimoniali (utilizzando tassativamente il modello disponibile su Bandi on line) su un arco temporale di: i) 3 (tre) anni, ove l’importo complessivo richiesto del Finanziamento sia inferiore a Euro 150.000,00 (centocinquantamila/00); ii) 5 (cinque) anni, ove l’importo complessivo richiesto del finanziamento sia pari o superiore a Euro 150.000,00 (centocinquantamila/00);
    q) business plan a supporto del budget (utilizzando tassativamente il modello disponibile su Bandi on line).

  • La tipologia di procedura utilizzata è valutativa a sportello: le istruttorie saranno effettuate secondo l’ordine cronologico di invio informatico al protocollo.

    Le Domande in possesso dei requisiti di ammissibilità previsti e che abbiano ottenuto un punteggio superiore ad una soglia minima pari a 60 punti su 100 sono ammesse in base all’ordine cronologico di presentazione.

    La concessione dell’agevolazione è subordinata alla disponibilità del Fondo al momento della richiesta.

  • Per assistenza tecnica sull'utilizzo del servizio on line della piattaforma Bandi online scrivere a bandi@regione.lombardia.it o contattare il numero verde 800.131.151 attivo dal lunedì al sabato escluso festivi dalle ore 10:00 alle ore 20:00.
    Le informazioni relative ai contenuti del Bando e agli adempimenti connessi potranno essere richieste a:

    infobando.fondocooperative@finlombarda.it  per quesiti attinenti alle modalità di presentazione delle Domande

    infopratica.fondocooperative@finlombarda.it per quesiti attinenti alle Domande ammesse a Finanziamento.
     

    Riferimento BURL

    Serie Ordinaria n. 15 - Martedì 09 aprile 2019

Allegati