Bando per la realizzazione di interventi di edilizia scolastica

Bandi online

Domande dal: 24/02/2017 , ore 08:00

Scade il: 04/04/2017 , ore 16:30

Codice: RLM12020012573

Contributi agli Enti Locali per la realizzazione di interventi per la conservazione del patrimonio scolastico esistente.

Ente responsabile

  • Enti locali, proprietari di edifici sedi di istituzioni scolastiche statali dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado.
  • Bando per il finanziamento di interventi di edilizia scolastica, rientranti nelle seguenti tipologie:


      ristrutturazioni per adeguamento alle norme igienico-sanitarie e di sicurezza;
      interventi di adeguamento alle norme di agibilità degli edifici e abbattimento delle barriere architettoniche;
      interventi di adattamento o riadattamento di spazi interni, senza aumenti di cubatura, a seguito di incremento del numero degli allievi;
      interventi volti alla eliminazione dell’amianto.

  • € 9.000.000, salvo ulteriori risorse che potrebbero essere eventualmente rese disponibili.
  • Le risorse verranno erogate mediante l’utilizzo del Fondo per l’Edilizia Scolastica, sotto forma di finanziamento tramite prestito a tasso 0 di durata quinquennale o decennale, per l’intero ammontare del contributo regionale concesso.

     Il contributo regionale non potrà superare il 50% dell’importo di progetto (il cui costo deve essere superiore a € 80.000,00) fino ad un massimo di € 300.000,00.

     Le proposte progettuali presentate dagli Enti Locali saranno sottoposte a verifica di ammissibilità da parte degli uffici della D.G. Istruzione, Formazione e Lavoro, mentre un Nucleo di Valutazione appositamente nominato predisporrà la graduatoria dei progetti ammessi.
    Le proposte progettuali risultate ammissibili verranno valutate sulla base dei criteri di seguito indicati con l’assegnazione di un relativo punteggio (i singoli punteggi potranno essere sommabili tra loro):

     
      Interventi volti all’eliminazione dell’amianto (punti 20);
      Interventi di piccoli comuni della Lombardia classificati con livello di svantaggio  medio” od  elevato”1 (punti 15);
      Interventi conseguenti a prescrizioni degli enti competenti (ASL e/o Vigili del Fuoco) sulla sicurezza per garantire l’agibilità dell’edificio, ad esclusione di quelli volti all’eliminazione dell’amianto (punti 12);
      Interventi sulla sicurezza per garantire l’agibilità dell’edificio, ad esclusione di quelli volti all’eliminazione dell’amianto (punti 6);
      Adeguamento alla normativa antisismica (punti 10)
      Adeguamento alla normativa sul superamento delle barriere architettoniche (punti 5)
      Adeguamento alla normativa antincendio (punti 5) - Messa a norma degli impianti (elettrico, termico, idraulico) (punti 5)
      Quota di cofinanziamento superiore al 50% (0,5 punti per ogni punto percentuale, o frazione di esso, in più rispetto al 50%)
      Progetto esecutivo (punti 5)

  • Intervento che non costituisce aiuto di stato
  • Le domande possono essere presentate a partire dalla data di pubblicazione sul BURL del provvedimento di approvazione del Bando  fino alle ore 16.30 di lunedì 4 aprile 2017.

     Le domande devono essere presentate esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo <a href=mailto:lavoro@pec.regione.lombardia.it>lavoro@pec.regione.lombardia.it 

     Per la presentazione della domanda gli Enti locali devono utilizzare l’apposita modulistica allegata al bando (Allegato A1) e allegare, a pena di inammissibilità, la seguente documentazione:

     c) Relazione tecnico-illustrativa con la descrizione dell’intervento che si intende realizzare e con l’indicazione delle indagini e rilievi condotti in ordine alla vulnerabilità degli elementi strutturali e non strutturali dell’edificio interessato;

     d) Quadro economico-finanziario;

     e) Cronoprogramma dell’intervento;

     In caso di interventi che ottemperano a prescrizioni degli enti competenti: allegare le prescrizioni.

     In caso di interventi per la rimozione dell’amianto allegare: dichiarazione che attesti di aver ottemperato all’obbligo di censimento NA1 ai sensi dell'art. 12 della Legge 257/92 e art. 6 della L.R. 17/03 s.m.i.; valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento-amianto effettuata tramite l’esibizione dell’Indice di Degrado (I.D.) ai sensi del Decreto Direzione Generale Sanità N. 13237 del 18/11/2008.


      Deliberazione dell’organo competente del soggetto richiedente, riportante:
      
       l’autorizzazione alla presentazione della domanda;
       l’impegno alla restituzione delle somme concesse a titolo di finanziamento;
       l’impegno di provvedere alla copertura finanziaria con risorse economiche proprie della parte di spesa non oggetto del contributo regionale;
       l’impegno ad avviare entro 30 giorni dalla pubblicazione sul BURL della graduatoria eventuali procedure ad evidenza pubblica per l’affidamento lavori;
       l’impegno a mantenere la destinazione ad uso scolastico dell’edificio oggetto dell’intervento finanziato per tutta la durata del prestito;
       l’attestazione di aver provveduto ad aggiornare, alla data di approvazione della delibera, le informazioni contenute nell’Anagrafe dell’Edilizia Scolastica relativamente all’edificio oggetto di richiesta di contributo;
     
     
      Deliberazione dell’organo competente del soggetto richiedente, riportante l’approvazione del progetto (non è richiesta la trasmissione degli elaborati di progetto allegati al provvedimento);
      
      Relazione tecnico-illustrativa con la descrizione dell’intervento che si intende realizzare e con l’indicazione delle indagini e rilievi condotti in ordine alla vulnerabilità degli elementi strutturali e non strutturali dell’edificio interessato; 
     
      
      Quadro economico-finanziario; 
     
      
      Cronoprogramma dell’intervento; 
     
     

     In caso di interventi che ottemperano a prescrizioni degli enti competenti: allegare le prescrizioni.

     In caso di interventi per la rimozione dell’amianto allegare: dichiarazione che attesti di aver ottemperato all’obbligo di censimento NA1 ai sensi dell'art. 12 della Legge 257/92 e art. 6 della L.R. 17/03 s.m.i.; valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento-amianto effettuata tramite l’esibizione dell’Indice di Degrado (I.D.) ai sensi del Decreto Direzione Generale Sanità N. 13237 del 18/11/2008.

     La modulistica (Allegato A1), la Relazione tecnico-illustrativa, il Quadro economico-finanziario e il cronoprogramma dell’intervento  dovranno essere, a pena di inammissibilità della domanda, firmati digitalmente dal Legale Rappresentante o da altro soggetto delegato con potere di firma.

  • Valutativa a Graduatoria

Allegati

Comunicazioni

Enti e operatori

05/05/2017

Approvazione graduatoria bando regionale


Gli Enti Locali utilmente inseriti in graduatoria riceveranno prossimamente una apposita comunicazione da parte degli uffici della Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro contenente...